Getty Images

Getty Images

COME PROTEGGERSI DAI RAGGI UVA LUNGHI E PREVENIRE L'INVECCHIAMENTO CUTANEO

Negli ultimi anni, diversi studi hanno dimostrato che i raggi UVA lunghi sono i più pericolosi: oggi vi spieghiamo perché e come combatterli!

Sui danni dell’esposizione solare siamo tutti d’accordo: per questo, ormai, tutti noi ci proteggiamo ogni volta che andiamo in spiaggia, in montagna o in qualsiasi altra situazione sia necessario, utilizzando fattori SPF adeguati al nostro tipo di pelle e al periodo dell’anno. Se ancora siete tra i pochi che non lo fanno, magari perché hanno paura di non abbronzarsi, pensateci bene: le scottature, gli arrossamenti e in ogni caso tutto il sole preso senza uno schermo danneggiano la pelle, facendola invecchiare, disidratandola, causando macchie di diverso tipo e favorendo l’insorgenza delle rughe, senza parlare di conseguenze più gravi. Ne vale proprio la pena?

Quello che però molti di noi ancora non sanno è che recenti studi hanno dimostrato come ci siano dei raggi solari ancora più pericolosi di quelli scottanti del solleone in agosto. Vi abbiamo già spiegato che i raggi ultravioletti si distinguono in tre categorie: gli UVC, che sono quelli filtrati, per fortuna, dall’ozono; gli UVB, che sono quelli che ci permettono di abbronzarci e variano in base alla stagione, all’altitudine e ad altri fattori; e gli UVA, sempre presenti. Gli UVA possono essere a breve e a lungo raggio, e questi ultimi sono capaci di penetrare sotto l’epidermide e modificarne il dna.

Fino ad oggi, quindi, abbiamo sempre pensato di doverci proteggere dal sole estivo, da quello che abbronza, ma non è esattamente così: se la regola vale ancora, dobbiamo essere consapevoli del fatto che ogni giorno, poco importa a che temperature e se è nuvoloso o soleggiato, siamo esposti alle radiazioni lunghe che creano danni permanenti alla nostra pelle, ancor più di una scottatura.

Disidratazione, segni del tempo, macchie, senza un’adeguata protezione non potremo lottare in maniera sicura e efficace contro l’invecchiamento cutaneo.

Per questo Biotherm ha creato Blue Therapy Multi- Defender SPF 25, che combina lotta ai segni del tempo già presenti e, allo stesso tempo, combatte il raggi UVA lunghi evitando di farli penetrare, grazie ad un fattore di protezione studiato ad hoc.

Blue Therapy Multi-Defender è un trattamento anti-età di nuova generazione, arricchito da un complesso di attivi che unisce proprietà anti-ossidanti (grazie all’estratto di Baicalina) e anti-inquinamento (grazie all’alga Furcellaria). Un prodotto capace non solo di ridurre visibilmente i segni dell’invecchiamento (macchie scure, rughe profonde, tono) ma anche di prevenire questi danni.

Riparare la pelle dai raggi UVA lunghi è fondamentale per mantenerla giovane e tonica. Ci sono cose che non si possono combattere, ma quando si può, perché non farlo?

more # Beauty

Ti potrebbe interessare

altri articoli