© Getty Images

© Getty Images

Routine beauty: perché usare l'acqua micellare

Lavarsi il viso con l’acqua di rubinetto oppure preferire un’altra soluzione? Ve lo diciamo noi.

Le donne parigine hanno quel “non so che” che noi donne del resto del mondo invidiamo, giusto? E, soprattutto, hanno questa pelle incredibilmente perfetta che ci chiediamo, ogni volta che ne incontriamo una, quale sia il loro segreto. Beh, non ci stupirà quindi scoprire che le frenchies usano l’acqua micellare ormai da diverso tempo, cioè da molto prima che noi ne conoscessimo anche solo l’esistenza, figuriamoci i benefici. Ma perché queste acque sarebbe tanto buone, addirittura migliori della semplice acqua del rubinetto? Ne abbiamo parlato con Aurélie Decroux, coordinatrice scientifica dei laboratori Biotherm. E vi sveliamo tutto.

1. Cosa fa l’acqua micellare

L’acqua micellare toglie il trucco e lo sporco ma è priva di saponi e non ha bisogno di risciacquo. Come spiega Aurélie, “un’acqua micellare è una formula completamente acquosa che contiene tensioattivi nelle giuste dosi, sufficienti a pulire in profondità restando delicata con la pelle. Per esempio Biosource Acqua Micellare Struccante di Biotherm contiene dei tensioattivi utilizzati nei colliri o nelle lenti a contatto. A partire da una certa concentrazione, i tensioattivi formano un aggregato colloidale di molecole che si trasforma in micella. La micella ha una superficie idrofilica e un interno lipofilico, ed è quindi capace di attrarre le impurità della pelle (sporco, trucco, sebo…) per incapsularle e rimuoverle”.

2. A chi è rivolta l’acqua micellare

Per esempio, l’acqua micellare è perfetta se vivete in una località in cui l’acqua del rubinetto è molto “dura”, acqua ricca di calcare e altri sali minerali che seccano la pelle. Un’acqua di questo tipo, per esempio, non riesce a togliere del tutto i residui dalla pelle perché il calcio ed il magnesio che contiene non permettono ai detergenti di fare bene il loro lavoro. “L’acqua cosiddetta dura - continua Aurélie - interferisce coi tensioattivi, andando a deteriorare la naturale barriera della pelle. Questo deterioramento potrebbe causare o amplificare irritazioni o infiammazioni. Diversi studi hanno dimostrato che le acque dure aumentano il rischio di alcune patologie, come per esempio le dermatiti atopiche”.

Per saperne di più sulla durezza dell’acqua di casa vostra, potete eseguire dei semplici test casalinghi.

Possiamo però affermare che l’acqua micellare sia una buona scelta praticamente per tutti, che abbiate la pelle grassa o secca. L’importante è trovare la giusta formula che vada bene per la propria pelle, che la pulisca in profondità e non la aggredisca.

3. Come si usa l’acqua micellare

L’acqua micellare è perfetta da usare al mattino, dopo la palestra, o addirittura durante un volo. È perfetta da usare la sera per pulire in profondità: prima per struccare, poi per utilizzarla di nuovo per togliere i residui. Basta munirsi di un dischetto di cotone e passarla sul viso, occhi compresi (toglie perfettamente anche il mascara). Ricordatevi sempre di asciugarvi delicatamente, non lasciate che l’acqua asciughi da sola, vi seccherebbe la pelle.

E se non ne potete più di sentir tirare e pizzicare la pelle, l’acqua micellare fa decisamente al caso vostro! Una volta provata… non si abbandona più!

more # Beauty

Ti potrebbe interessare

altri articoli